Schermata 2016-08-07 alle 16.53.46

Firenze. Timbra il cartellino e poi va a escort. INDAGATO.

loading...

Firenze. Non solo Dante e Uffizi ma anche e soprattutto assenteismo. Un dipendente della nota azienda toscana “Infissifissi” è stato pescato a timbrare il cartellino per poi lasciare il posto per andare a escort. L’indagine è stata svolta dagli inquirenti del nucleo operativo del capoluogo toscano.

“Abbiamo pedinato il signor De Marco tutte le mattine, per circa due mesi. La sua era un’operazione sistematica, regolare. Dopo aver timbrato il cartellino il dottor De Marco si recava sempre nello stesso appartamento dove, abitualmente, lo attendeva un prostituta diversa. Non do giudizi morali sulla vicenda. Quello che a noi interessa è la storia legata alla truffa perpetrata dal De Marco ai danni dell’azienda dove lavorava” queste le parole chiare e nette del maresciallo Antonio Rocca. Intanto l’indagato ha preferito non parlare con i giornalisti che, già da molte ore, sono appostati sotto casa sua per tentare di strappare qualche dichiarazione all’uomo.

Noi siamo riusciti a intervistare il suo avvocato Franco Iandolai che così ha risposto in merito alle accuse al suo assistito: “Intanto è stato infangato il nome del De Marco, dichiarando al mondo intero che frequentasse una prostituta. Ma quando mai! Era solo un’amica molto legata al dottore mio cliente. In secondo luogo, le indagini hanno portato a una forte lesione della libertà privata del mio assistito. Ho paura che se si continua così si arriverà al linciaggio mediatico dell’uomo. Attenzione!”. Intanto però le telecamere parlano chiaro: tutte le mattine, effettivamente, il De Marco abbandonava il posto di lavoro, qualcosa di strano sicuramente c’è. Nei prossimi giorni, daremo ulteriori aggiornamenti sulla vicenda.


Close
Supporta il nostro sito
Cliccando con un mi piace